teatro-odessa

Teatro dell’Unione di Viterbo

Il recupero dell’aspetto cromatico esterno

L’intervento di restauro ha riportato all’antico splendore il Teatro di Viterbo, la cui costruzione iniziò nel 1846 (per concludersi solo nel 1855) sul lato nord dell'antica piazza San Marco (ora piazza Verdi). A ovest la costruzione era costeggiata dal torrente Urcionio, ora coperto dall'attuale via Fratelli Rosselli. 

Si tratta di un edificio di concezione neoclassica con una facciata impostata su due ordini sovrapposti (dorico al piano terra e ionico nel livello superiore) sormontata da una sorta di “attico” e da un timpano. Planimetricamente il teatro si presenta di forma rettangolare con una sala semicircolare a ferro di cavallo, con pareti ricurve e quattro ordini di palchi, il loggione, la galleria e il palcoscenico. 

Il palcoscenico è uno degli elementi caratterizzanti il Teatro stesso: è di proporzioni molto grandi in quanto fu concepito pensando proprio alle opere liriche che prevedevano grandi scenografie e ingombranti apparati. Nel 1949 il Comune è diventato unico proprietario del teatro, che è così diventato da struttura privata a importante opera pubblica. 

Nei primi anni 2000 sono state soggetto a restauro le facciate esterne, per le quali ci si è orientati per un’idropittura minerale riempitiva a base di grassello di calce stagionato ad effetto opaco liscio in due tonalità leggeremente differenti, una per il fondo e l’altra per l’ornato. 

Questa finitura ha permesso il recupero delle superfici e degli apparati decorativi, salvati così dal degrado e dall’incuria, nell’intento generale di tutela della memoria storica del luogo e della città di Viterbo, con attenzione agli ornamenti e alle forme architettoniche così come furono originariamente concepiti.

© Riproduzione riservata

casali

test

Il recupero dei valori cromatici originari e dei paramenti murari nelle costruzioni sorte in aperta campagna.

chiese

test

Approccio culturale e superficiale nel recupero delle testimonianze religiose in conformità con l’esistente.

musei

test

Soluzioni in conformità con il patrimonio monumentale e in sintonia con la destinazione d'uso espositiva.

palazzi

test

Il rispetto per gli apparati decorativi e le superfici di fondo negli interventi su edifici signorili di grande nota.

patrimonio storico

test

Il rilevamento cromatico e lo studio delle tonalità originarie nei simboli e negli elementi architettonici di una città.

teatri

test

Il recupero di apparati decorativi e stili architettonici nei complessi per la cultura teatrale e musicale di una città.

ville storiche

test

Le finiture superficiali nelle residenze suburbane di pregio in rapporto a struttura originaria e ambiente circostante.

altre references "teatri"

Teatro di Opera e Balletto in Odessa

Il prezioso recupero degli interni in uno degli edifici-simbolo della città sul Mar Nero.

Spazio

This is an example of a HTML caption with a link.

Sede Legale Amministrativa e Produttiva

Via Cherubini 2

47043 Gatteo Mare (FC)

telefono

+39 0547 681412

Fax +39 0547 681430

info@oikos-group.it

Spazio Oikos Gatteo

Via Cherubini 2

47043 Gatteo Mare FC

telefono

+39 0547 681412

Fax +39 0547 681430

info@oikos-group.it

Spazio Oikos Milano

Via Ingegnoli, 28 c

20093 Cologno Monzese MI

telefono

+39 02 2542968

Fax +39 02 25459865

Oikos BtoB Milano

Via Fiori Chiari, 24
Zona Brera MI

Spazio Oikos Roma

Via Chiesina Uzzanese, 1

località Settebagni RM

altezza V. Salaria
Km 15,300

telefono

+39 06 88565907

Fax +39 06 88560217

Spazio Oikos Torino

Corso Svizzera 185

10100 Torino TO

telefono

+39 011 7713855

Fax +39 011 7499713

Spazio Oikos London

250, Brompton Road

London, SW3 2AS

Spazio Oikos Moscow

Artplay, Nijnyaya

Syromyatniceskaya, 10

3rd Building, 3rd Floor